Il 2014 è alle porte e, dando uno sguardo indietro, è impossibile non ricordare alcuni dei personaggi che hanno segnato la storia dell’anno che sta per concludersi. Il 2013 ha visto la scomparsa di innumerevoli personalità del panorama politico, sportivo, letterario e dello spettacolo a livello mondiale. Risulta essere un elenco lungo e triste, che ci fa ricordare tutti i personaggi che sono mancati durante quest’anno.

Noi vogliamo ricordare i più celebri, i 10 grandi del mondo che in un modo o nell’altro hanno lasciato un segno, si sono distinti per il loro operato, per le loro carriere e personalità o per i tragici avvenimenti che hanno tolto loro la vita.

1. Vittorio Missoni (Milano, 25 aprile 1954 – Los Roques, 4 gennaio 2013): stilista e fondatore dell’omonima casa di moda tutti ricorderete che il 4 gennaio scorso Missoni, con la moglie e due amici, si trovava a bordo di un piccolo aeroplano privato, che scomparve nelle coste del Venezuela e ritrovato a fine giugno nelle acque dell’arcipelago di Los Roques con a bordo i resti di tutti i dispersi.

2. Pietro Mennea (Barletta, 28 giugno 1952 – Roma, 21 marzo 2013): grande atleta e politico italiano, è ricordato per il suo record nei 200 m, rimasto imbattuto per 17 anni. La “Freccia del Sud”, così veniva soprannominato, ormai malato da tempo, scomparve all’età di 61 anni.

3. Enzo Jannacci (Milano, 3 giugno 1935 – Milano, 29 marzo 2013): celebre cantautore e attore italiano, ricordato per essere stato uno dei primi a portare in Italia il rock’n'roll insieme ai suoi colleghi Adriano Celentano e a Little Tony, anche lui scomparso lo scorso 27 maggio. Jannacci, autore di grandi successi come “Vengo anch’io no tu no” e “Ci vuole orecchio” muore a 77 anni il 29 marzo per un tumore.

4. Giulio Andreotti (Roma, 14 gennaio 1919 – Roma, 6 maggio 2013): introdotto nella politica italiana da Alcide De Gasperi, Andreotti è stato il simbolo della Democrazia Cristiana, politico, scrittore e giornalista, sette volte Presidente del Consiglio, senatore a vita e ricordato per essere una delle personalità più machiaveliche e ciniche del panorama politico italiano. Scompare all’età di 94 anni il 6 maggio 2013.

5. Franca Rame (Villastanza di Parabiago, 18 luglio 1929 – Milano, 29 maggio 2013): famosissima attrice di teatro, donna di politica e moglie di Dario Fo. Dopo una vita intera dedicata alla recitazione, al teatro e all’impegno civile, Franca Rame il 19 aprile 2013 venne colpita da un ictus che la portò alla morte nel mese di maggio.

6. Erich Priebke (Hennigsdorf, 29 luglio 1913 – Roma, 11 ottobre 2013): il capitano tedesco delle SS in Italia, che nel 1944 partecipò all’eccidio delle Fosse Ardeatine e condannato all’ergastolo per i suoi crimini di guerra, scomparve lo scorso 11 ottobre all’età di 100 anni. (CLICCA QUI PER LEGGERE LA NOTIZIA)

7. Lou Reed (New York, 2 marzo 1942 – Long Island, 27 ottobre 2013): era il poeta maledetto del rock’n'roll, leader dei Velvet Underground, che ha influenzato il mondo della musica con la sua personalità. Nel mese di maggio venne ricoverato d’urgenza per un trapianto di fegato e il 27 ottobre la rivista Rolling Stone ne annunciò la morte.

8. Paul Walker (Glendale, 12 settembre 1973 – Santa Clarita, 30 novembre 2013): l’attore statunitense, star del film Fast & Furious, perse la vita a Santa Clarita, a nord di Los Angeles, a causa di un violentissimo incidente stradale. Aveva solo 40 anni. (CLICCA QUI PER LEGGERE LA NEWS)

9. Nelson Mandela (Mvezo, 18 luglio 1918 – Johannesburg, 5 dicembre 2013): Madiba (CLICCA QUI PER CONOSCERNE IL SIGNIFICATO), simbolo mondiale della lotta contro il razzismo, trascorse 27 nelle prigioni del regime sudafricano, prima della liberazione dall’apartheid e, in seguito, venne eletto presidente Sudafricano. Vinse il premio Nobel per la pace nel 1993 e si spense lo scorso 5 dicembre all’età di 95 anni (foto by InfoPhoto).

10. Peter O’Toole (Connemara, 2 agosto 1932 – Londra, 14 dicembre 2013): già sopravvissuto a un tumore negli anni 70, divenne celebre per aver interpretato il leggendario Lawrence d’Arabia nella pellicola di David Lean. Muore il 14 dicembre, all’età di 81 anni, al Wellington Hospital di Londra