Era l’11 settembre 2001 quando al Qaeda dirottando quattro Boeing, due contro le Twin Towers, uno contro il Pentagono e un altro verso Washington, ha sconvolto il mondo con uno degli attentati terroristici più incredibili mai visti in diretta tv.

Dopo 12 anni è stato trovato un relitto, un carrello di uno dei due Boeing schiantatosi contro le Torri gemelle, proprio in centro città. Parte di uno dei due jet è stato trovato in un vicolo molto stretto tra due edifici nella zona del World Trade Center. La scoperta è stata fatta mentre erano in atto i sopralluoghi per la costruzione di un centro islamico nella zona.

Un operaio era sul tetto mentre ha visto il relitto, lungo ben 2 metri e tutto arrugginito, è un nuovo simbolo di quel giorno che ha sconvolto il mondo. Su un lato ha impressa la scritta “Boeing” seguita da un numero di serie. Tutte e due gli aerei dirottati dai terroristi di al Qaeda e usati come un missile per centrare i grattacieli della grande mella, erano Boeing 767. La polizia, il National Transportation Safety Board e l’ufficio di medicina legale condurranno accertamenti sul pezzo.

Il portavoce della polizia di New York, Paul Brown, commentando l’accaduto ha dichiarato: “E’ incredibile come sia finito in quello spazio minuscolo, vista la posizione è normale che sia rimasto nascosto per oltre 10 anni”. Nella zona, nel corso degli anni, sono state trovate altre parti dei due aerei ma questa decisamente più grande, è rimasta ben nascosta.