Un video choc, ripreso da telecamere istallate di nascosto dalla polizia, ha incastrato alcuni dipendenti della Residenza sociale assistita di Narnali, in provincia di Prato. Le immagini sconvolgenti che stanno facendo il giro del web mostrano i maltrattamenti fisici e morali che gli infermieri riservavano agli anziani ricoverati nella casa di riposo, alcuni affetti anche da gravi patologie e non autosufficienti.

Nel corso di una conferenza stampa in Procura è stato confermato che gli indagati in totale sono 17, quasi la metà degli operatori impiegati nella struttura. Nei confronti di nove degli indagati, che erano infermieri o operatori socio sanitari residenti tra le province di Prato e Pistoia, sono state già eseguite delle misure cautelari che riguardano la sospensione dall’esercizio di pubblico servizio per periodi da sei mesi a un anno. Intanto l’attività investigativa, svolta con l’ausilio della direzione Sanitaria della Asl 4 di Prato, ha voluto chiarire in una nota la gravità della situazione, sottolineando la brutalità dei comportamenti dei dipendenti della Rsa pratese:

“Una situazione di umiliazione continua degli anziani, anche in momenti delicati della loro vita, e un contesto generalizzato di tali condotte. Quotidiani erano i maltrattamenti fisici e morali nei confronti dei degenti, sottoposti, senza alcun motivo, a strattonamenti e a condotte lesive della loro integrità fisica. Altrettanto quotidiani erano le condotte di dileggio e ingiuria verso gli ospiti della residenza, che denotano una costante volontà vessatoria nei confronti dei malati”.

Picchiati, insultati e derubati: orrore in una casa di cura a Prato. Le terribili immagini, con audio originale, della polizia di Stato.Articolo al link http://tinyurl.com/omhruer.

Posted by Adnkronos on Venerdì 10 luglio 2015