Una storia di assurda follia arriva da Porcupine, nel Dakota del Sud negli Stati Uniti d’America. La piccola vittima si chiama Kylen Shangreaux, un bimbo di appena due anni morto a causa delle percosse subite dalla mamma Katrina Shangreaux di 28 anni e dalla nonna Sonya Dubray di 47 anni.

La colpa del piccolo è stata quella di non riuscire a fare i suoi bisogni nel vasino e, per questo motivo, le due donne si sono accanite su di lui ferendolo a morte. Così come avviene a tutti i bambini quando in tenerissima età per le prime volte non indossano il pannolino , Kylen non era riuscito a trattenere i suoi bisogni fisiologici sporcando i suoi vestiti. La mamma e la nonna del piccolo sono, così, andate su tutte le furie picchiandolo fino alla morte. Vedendo il piccolo senza sensi le due hanno chiamato l’ambulanza ma, prima, lo hanno lavato e cambiato cercando di occultare l’accaduto. Purtroppo per il bimbo non c’è stato niente da fare in quanto già era morto quando i paramedici sono giunti sul posto. Secondo quanto riporta il “Mirror” l’autopsia ha incastrato le due donne: la mamma è stata riconosciuta colpevole di omicidio, la nonna sua complice, ed entrambe sono state accusate di aver provato ad inquinare le prove.