Durante la notte l’Italia ha dato il suo festoso benvenuto al nuovo anno. Cessati i festeggiamenti è dunque il momento di scoprire cosa ci riserverà il 2015.

Secondo il calendario gregoriano, oggi ufficialmente adottato dalla maggior parte dei Paesi ed entrato in vigore a partire dall’ottobre del 1582, il nuovo anno si comporrà di 365 giorni (il prossimo anno bisestile sarà infatti, seguendo la regola del multiplo di 4, il 2016).

Il carnevale sarà quest’anno festeggiato domenica 15 febbraio, mentre marzo ci regalerà una spettacolare eclissi solare, visibile intorno alle ore 10,00 UTC da Europa, Nordafrica e Russia. Aprile ci condurrà dritti alla Pasqua, che cadrà quest’anno il giorno 5, mentre sabato 25 si celebrerà il 70° anniversario della Liberazione. Maggio si aprirà all’insegna della Festa dei lavoratori, ma l’avvenimento più atteso del mese sarà certamente l’apertura di Expo 2015, che da venerdì primo maggio si protrarrà fino al 31 ottobre. Il 2 giugno, festa della Repubblica, sarà un martedì, regalandoci la possibilità di un primo breve ponte estivo. Beffardo, Ferragosto arriverà invece di sabato. Analogamente sfavorevole per gli amanti dei week end lunghi sarà la festività di Tutti i Santi, che cadrà di domenica 1 novembre. Dicembre tornerà infine portatore di sorrisi e speranze: ad inaugurare le tradizionali festività sarà, martedì 8 dicembre, l’Immacolata Concezione, seguita, venerdì 25, dal Santo Natale e il conseguente Santo Stefano.

Secondo l’oroscopo cinese, il 2015 sarà l’anno della Capra di legno: l’influenza generale che si avvertirà spingerà verso la ricerca di serenità nei valori semplici e fondamentali, come la famiglia o lo stare in pace con se stessi. Si proverà una maggiore sensibilità ed emotività. La Capra (o Pecora) è inoltre patrona delle arti, sarà dunque un anno propizio per viaggiare, andare per musei e cercare nuove amicizie stimolanti. Dal punto di vista mondiale, invece, statisticamente l’anno della Pecora è spesso coinciso con una diminuzione delle guerre e conflitti internazionali. La speranza è dunque che anche nel 2015 si concretizzi tale tendenza.

Il 2015 è stato infine dichiarato “Anno internazionale della Luce” e delle tecnologie su di essa basate (IYL 2015), nonché “Anno Internazionale dei Suoli” e “Anno europeo per lo sviluppo”. Ricorreranno nel 2015 i 750 anni dalla nascita di Dante, i 50 anni dalla morte di Malcom X, i 125 anni da quella di Vincent van Gogh, mentre la città di Torino potrà vantare la nomina di la Capitale Europea dello Sport.