Una ragazza interpreta a pieno il ruolo della neonata pur avendo 21 anni. La protagonista di questa storia assurda si chiama Jess, vive in Florida e, così come si può notare spulciando il suo profilo Instagram, ama indossare vestitini da bebè, utilizzare il ciuccio e fare i suoi bisogni nel pannolino.

Un’abitudine assurda che, per lei, è ormai una pratica normale in quanto si tratterebbe del ‘gioco dell’età‘ utile ad evadere dal mondo reale per recuperare l’innocenza infantile, così come riporta il sito “Metro.co.uk”:

“All’età di due anni sono stata vittima di abusi sessuali e il trauma mi ha causato depressione e ansia. Così ho iniziato a vestirmi da bebè”.

Attualmente Jess è seguitissima sui social e su Youtube ma, vivendo con il fidanzato ventiquattrenne David che la accudisce come un padre, è stata ricoperta da critiche feroci dalle quali lei si difende affermando che la sua abitudine non è una perversione sessuale:

Non è una pratica sessuale per eccitarci. Alcuni hanno definito il mio fidanzato un pedofilo, ma noi non facciamo mai sesso quando io interpreto il ruolo di bambina. E comunque questo gioco ci ha avvicinato molto”.