Oggi, 13 dicembre, è Santa Lucia, “la notte più lunga che ci sia”. Il 6 gennaio sarà l’Epifania, “che tutte le feste si porta via”. L’umanità, invece, se la saranno portata via il 21 dicembre: non i Maya (e ringraziatemi per avervi risparmiato la rima “Maìa”), ma la cintura fotonica che la Terra attraverserà proprio in quella data.

Secondo questa avvincente teoria del complotto mista New Age in cui mi sono imbattuto questo pomeriggio, mentre cercavo di truccare un’asta su eBay, il nostro pianeta passerà attraverso questa immensa rete da pesca cosmica situata a largo delle Pleiadi. Ma che diavolo è questa Cintura Fotonica? Secondo lo scienziato russo Alexei Dmitriev, si tratta di una sorta di fascia di plasma magnetizzato (non mi chiedete spiegazioni, io riporto) che rischia di friggerci tutti come dei coleotteri maldestri nella lampada alogena.

Fortunatamente c’è anche l’ala moderata di ispirazione cattolica. La Cintura Fotonica non sarebbe altri che “lo Spirito Santo” in persona: pucciandoci dentro di esso, la Terra ci traghetterebbe verso “l’Era della Luce”, cambiando per sempre  “il mondo materiale e la nostra coscienza”. Il che mi starebbe anche bene, a patto che lo Spirito Santo non mi faccia scherzi di altro genere giusto quattro giorni prima del Natale.