In questa fondamentale giornata per il nostro Paese, e non solo, non possiamo che rinfrescarvi la memoria raccontandovi cosa accadde il 25 aprile del 1945.

Sono infatti passati 68 anni da quando i partigiani liberarono le città di Genova, Milano e Torino dall’occupazione nazifascista. E’ la fine all’occupazione tedesca in Italia dopo un inverno di guerra terribile. Dal 1946 l’evento viene ricordato ogni anno dalla Festa della Liberazione diventata per legge festa nazionale nel 1949.

Cambiamo discorso, senza dimenticarci l’importanza che questa liberazione deve avere per il nostro presente, così incerto, e il nostro futuro, davvero sfocato.

Era il 1953 quando sulla rivista Nature comparve l’articolo “una struttura per l’acido disossi-ribo-nucleico” firmato dall’ornitologo James Watson e dal fisico Francis Compton Crick con il quale venne descritta la struttura ad elica del DNA. La ricerca porterà ai due scienziati nel 1962 il riconoscimento del premio Nobel per la medicina.

Concludiamo con il 1859 quando iniziarono i lavori per la creazione del Canale artificiale di Suez. L’opera permettere di passare dal mar Mediterraneo al Mar Rosso attraverso l’egitto, quindi permette di navigare tra Europa e Asia senza l’enorme circumnavigazione dell’Africa. L’idea risale alla notte dei tempi, dagli antichi Faraoni a Napoleone Bonaparte. Ma è grazie a un ingegnere italiano, Luigi Negrelli che ne curò la progettazione che l’opera potè essere messa in cantiere e realizzata in meno di otto anni. L’apertura ufficiale del canale avverrà nel novembre del 1869. Alla costruzione il canale misurava 164 chilometri di lunghezza, 8 metri di profondità e 52 di larghezza.

Siete curiosi di scoprire cosa accadrà domani? Continuate a seguirci…

Photo by InfoPhoto