È una storia agghiacciante quella di un cagnolino che è deceduto su un balcone, sotto il sole cocente e senza acqua. L’animale – alle ore 18 di sabato – si è lanciato nel cortile del condominio nel tentativo disperato di mettersi in salvo, di ripararsi dal caldo, di cercare un po’ d’acqua. Il cane è morto sul colpo: a ritrovarlo sono stati i poliziotti inviati dalla Centrale operativa a seguito della segnalazione di alcuni residenti che avevano notato la carcassa del cagnolino sull’asfalto.

Cane affidato dalla proprietaria ad un’amica

Il cadavere del cane sarà oggetto di autopsia per chiarire meglio le cause del decesso. Come mai era stato lasciato, da solo, senz’acqua e sotto il sole? Bisognerà capire soprattutto lo stato di disidratazione dell’animale e se nell’appartamento ci fosse qualcuno. Tra l’altro – è doveroso sottolinearlo – il cane non si trovava nella sua casa: la padrona l’aveva affidato ad un’amica per qualche giorno.

Cane morto per un fatale errore

L’amica della padrona, stando alle prime informazioni, non avrebbe lasciato morire il cane volutamente. Si è trattato di un fatale errore. La donna, nello specifico, lo avrebbe lasciato sul terrazzo con l’uscio socchiuso così da poter rientrare quando voleva. Peccato che, ad impedirgli l’accesso in casa, ci fosse uno stendino per la biancheria che, nel suo caso, si è trasformato in una trappola di morte.