Cinque stilisti liberano la loro creatività per uno dei progetti più importanti di casa Ford, ovvero quello per i cinquant’anni dell’iconica e intramontabile Mustang. In questa occasione Anna Sui, gli stilisti di Rogan, Paula Cademartori, i creatori di CO|TE e Pamela Love hanno creato una serie di t-shirt che rappresentano appieno lo stile e l’anima del motore rombante di Ford.

Nata e cresciuta a Detroit, Anna Sui è una nota stilista nel campo della moda. Lei e Mustang hanno molti fattori in comune, il suo lavoro mixa lo stile vintage con le tendenze del momento, trascendendo le ere per creare degli originali. Noi di Leonardo.it siamo riusciti ad intervistarla in ambito di questo progetto con Mustang.

- Il tuo brand è conosciuto in tutto il mondo e negli anni sei diventata una vera icona nel panorama fashion internazionale: come è nata questa collaborazione per il 50esimo anniversario di Ford?

Quando Ford e Condè Nast mi hanno invitata a partecipare a questo progetto, ho pensato fosse una grandissima opportunità! Nel mio lavoro prendo sempre ispirazione da influenze nostalgiche, rock e romantiche… riferendomi spesso anche alle mie origini nel Midwest.  Proprio come per la Ford Mustang, c’è un sottofondo di cultura pop e Americana dietro tutti i miei lavori.  

Sono cresciuta a Detroit negli anni 60, nel suo periodo di maggior fulgore.  La scena musicale era in un periodo molto florido e molte band importanti passavano da li. L’industria dell’auto era in pieno boom… ed era il momento in cui la prima Mustang usciva dalla catena di montaggio! È stato un periodo molto eccitante e ho voluto incorporare i miei ricordi di questo periodo leggendario nel mio progetto. Ho voluto celebrare Detroit nel suo momento migliore.

- Negli anni hai sfilato in centinaia di passerelle internazionali e vestito molte star di Hollywood: cosa significa questa collaborazione per te?

Mustang dà corpo all’iconico Spirito Americano; questo spirito si è evoluto e si è adattato agli ultimi 50 anni di cambiamenti culturali, ma è sempre rimasto fedele ai suoi valori di libertà e passione, così come il mio lavoro.

- Quali caratteristiche uniscono il tuo brand e quello Ford?

Il mio obiettivo per questo progetto era far sembrare le mie tre t-shirt Mustang come appena comprate ad un concerto rock! Così come lo spirito “Unleashed” di Mustang, ho sempre voluto che le persone interpretassero i miei design a modo loro per permettergli di esprimere la loro individualità.

- Hai creato 3 tshirt nel progetto con Ford: come sei riuscita a creare abiti che rappresentassero sia il tuo stile che lo spirit e personalità Mustang contemporaneamente?

Essendo la mia città di origine, Detroit ispira tutto ciò che faccio in un modo o nell’altro. Per me lo stile di Detroit è sempre stato basato sulla musica rock and roll. Il mio amore personale per la musica è nato lì.

Ho tratto ispirazione dalle copertine di dischi rock, oggettistica vintage targata Mustang, i famosi cinema Art Deco di Detroit, Kustom Car Kulture, grafiche Pop Art,  I was inspired by classic rock album covers, vintage Mustang memorabilia, Detroit’s famous Art Deco movie houses, Kustom Car Kulture, Pop Art graphics, la psichedelia, Motown, Grande Ballroom rock rosters, Peter Max, Marvin Gaye, Iggy Pop, Alice Cooper, Jack White, The Supremes, MC5, The White Stripes, Only Lovers Left Alive.…

50FordMustang: l’intervista di Leonardo.it ai creatori di CO|TE

50FordMustang: l’intervista di Leonardo.it a Paula Cademartori

50FordMustang: l’intervista di Leonardo.it ai creatori di Rogan

50FordMustang: l’intervista di Leonardo.it a Pamela Love