Un’anziana signora di 85 anni, malata e con la pensione minima è stata sfrattata di casa a causa dei debiti, non suoi, ma del figlio.

Una storia davvero triste che arriva dalla Spagna. Venerdì scorso una commissione giudiziaria si è presentata con l’unità di polizia antisommossa per eseguire lo sfratto alla signora Carmen, questo il suo nome, nella sua casa di Vallecas quartiere popolare di Madrid. L’abitazione era stata ipotecata dalla donna per il figlio che aveva chiesto un prestito di 70 mila euro ad un creditore privato offrendo come garanzia, appunto, la casa.

Non ricevendo il rimborso il creditore ha così messo all’asta l’immobile e di lì lo sfratto. Carmen riceve 630 euro al mese di pensione ed ha diversi problemi di salute. La sua storia ha fatto in poche ore il giro del web, la sua foto in lacrime mentre abbandonava la casa nella quale era vissuta tanti anni, hanno commosso la terza squadra di calcio di Madrid, il Rayo Vallacano, che ha deciso di aiutarla a “trovare un posto dove vivere con dignità senza sentirsi soli”.

L’allenatore Paco Jèmez in conferenza stampa ha cosi spiegato il nobile gesto della sua squadra: “Ci sono molti casi come questo la cosa peggiore che può accadere ad una famiglia è essere cacciata da casa quando si arriva a calci fuori della vostra casa. Questa signora viveva da cinquant’anni in quella abitazione e per un gesto che le fa onore, un’ipoteca per il figlio, che tutti senza dubbio faremmo, è stata sfrattata, una cosa su cui riflettere“.

La squadra ha anche lanciato tramite twitter una sottoscrizione per aiutare la donna: