Si parla spesso di genitori che sacrificano la propria vita pur di salvare quella dei figli, a cui sono legati da un amore totale e incondizionato. Per questo motivo sembra assurda la storia Erica Rosello, una mamma di trentadue anni che, sorpresa da un incendio in casa, è scappata pensando a salvare sé stessa noncurante della figlia.

Secondo il “Daily Mail” la donna che vive a Miami stava cucinando quando si è scatenato un piccolo incendio proprio in cucina. Senza pensare neanche a domare le fiamme la Rosello, presa dal panico, ha lasciato sua figlia all’interno dell’abitazione, è scappata in strada ed è riuscita a fermare un auto che l’ha portata a casa di un amico. I vigili del fuoco, intervenuti prontamente a spegnere le fiamme, hanno così trovato la bimba stesa a terra, svenuta a causa del fumo. Fortunatamente la piccola, soccorsa all’istante e trasportata in ospedale, si è salvata ed adesso è fuori pericolo ma la donna di certo non la passerà liscia. La Rosello, infatti, è stata arrestata con l’accusa di abbandono di minore dopo le dichiarazioni di sua madre, contattata subito dopo l’incendio:

“Quando mia figlia mi ha chiamata era disperata e diceva che la sua bimba era morta. Sono stata io a dirle che invece era ancora viva e che si trovava in ospedale”.