Era il 1938 quando la Nestlè mette in commercio per la prima volta in Svizzera il caffè solubile con il brand Nescafè, nome nato proprio dall’unione della parola “Nestlè” e “cafè”.

Secondo una recente indagine del noto marchio, nel mondo vengono consumate oltre 5.500 tazze di caffè solubile al secondo, in diverse varietà e in base ai diversi gusti e preferenze delle culture internazionali.

Da semplice caffè in lattina il caffè solubile si è evoluto fino a diventare una gamma completa di prodotti e sistemi e ha sviluppato nuove tecnologie nell’ambito di coltivazione, approvvigionamento, produzione e consumo più responsabili lungo tutta la catena di approvvigionamento.