Ce n’è per tutti i gusti nella rubrica ‘Accadde Oggi’ di questo 10 gennaio 2013.

Iniziamo subito…

I meno giovani si ricorderanno forse che correva l’anno 1929  quando il celebre Tintin, il personaggio dei fumetti creato da Hergé, debuttò. Pubblicato in oltre 200 milioni di copie in 40 lingue, Tintin è un giovane reporter belga, protagonista di avventure in ogni parte del globo insieme all’inseparabile cagnolino Milù. Nel 2011 è stato prodotto un film di animazione diretto da Steven Spielberg e prodotto da Peter Jackson, dal titolo Le avventure di Tintin – Il segreto dell’Unicorno che trae ispirazione da 3 albi. Secondo le intenzioni degli autori questo titolo dovrebbe essere il primo di una trilogia.

Parlando invece di tematiche più ‘serie’, era il 1944 quando si chiuse con cinque condanne a morte il Processo di Verona contro sei dei diciannove membri del Gran Consiglio del fascismo che nella seduta del 25 aprile, attraverso l’ordine del giorno Grandi, avevano sfiduciato Benito Mussolini. Il duce consegnerà le proprie dimissioni in mano al re Vittorio Emanuele III che disporrà l’arresto di Mussolini. A prendere le redini del Paese sarà il maresciallo Badoglio. Ma i nazisti richiamano Mussolini e costringono la Repubblica di Salò a condannare a morte i votanti dell’odg Grandi, fra i quali spicca Galeazzo Ciano, genero del duce.

Per chiudere…era il 1994 quando Lorena Bobbitt venne processata per aver tagliato il pene del marito John. Dopo aver compiuto l’atto, prese l’auto e lanciò la parte del corpo amputata fuori dal finestrino. Dopo attente ricerche la polizia riuscì a trovarla e un’operazione chirurgica la ricucì, rendendola di nuovo funzionante. John, in seguito,  acconsentì addirittura ad interpretare un film pornografico: il film fu intitolato John Wayne Bobbitt: Uncut. Un doppio senso fra il significato di “non tagliato” e “non censurato” in gergo cinematografico…che dire? Alla fine dei conti non gli andò poi tanto male…

Siete curiosi di sapere cosa accadrà domani? Continuate a seguirci…