E’ il 10 ottobre del 1906 quando Giosuè Carducci vince il Premio Nobel per la Letteratura “non solo in riconoscimento dei suoi profondi insegnamenti e ricerche critiche, ma su tutto un tributo all’ energia creativa, alla purezza dello stile ed alla forza lirica che caratterizza il suo capolavoro di poetica”, passando così alla storia come primo italiano ad aver ricevuto il prestigioso riconoscimento. Per onor del vero, qualche giorno prima, un altro celebre italiano veniva tuttavia designato dall’ Istituto Karolinska di Stoccolma per l’ assegnazione del Nobel, vincendo quello per la Fisiologia e la Medicina ad ex aequo con un altro famoso ricercatore spagnolo: stiamo naturalmente parlando di Camillo Golgi (Córteno, 7 luglio 1843 – Pavia, 21 gennaio 1926), al quale veniva così riconosciuto l’ importante “lavoro svolto sulla struttura del sistema nervoso“, fonte di ispirazione per lo stesso Santiago Ramón y Cajal, con il quale condivise il premio.

Il 10 ottobre del 1813, a Le Roncole (Busseto), nasceva invece Giuseppe Verdi, celeberrimo compositore italiano, universalmente riconosciuto come uno dei più importanti esponenti non solo del teatro lirico di tutti i tempi, ma anche del movimento risorgimentale italiano. Tra le sue opere più celebri e ancora oggi eseguite in tutto il mondo ricordiamo Rigoletto (1851), Il trovatore (1853) e La traviata (1853).