Ormai siamo a giovedì e il fine settimana si avvicina.

Andiamo a scoprire quali eventi abbiano reso l’11 aprile un giorno speciale.

Partiamo con il 1970 quando venne lanciato l’Apollo 13, terza missione spaziale statunitense verso la luna. E’ celebre per il guasto che impedisce l’allunaggio e rende difficoltoso il rientro sulla Terra. Dopo 55 ore dal lancio viene trasmesso il famoso messaggio radiofonico dell’equipaggio al Mission Control “OK, Houston, abbiamo un problema”. A 321.860 chilometri dalla Terra uno dei quattro serbatoi d’ossigeno esplode ma i tre astronauti riescono ad ammarare sani e salvi nelle acque dell’Oceano Pacifico.

Passiamo al 2006 quando, Bernardo Provenzano, considerato il capo di Cosa nostra, venne arrestato. Ricercato sin dal 10 settembre ‘63 e con una latitanza record di quarantatré anni, era già stato condannato in contumacia a tre ergastoli, l’ultimo per l’omicidio del giudice Rocco Chinnici.. Nel 2012 è rinviato a giudizio per le trattative Stato-mafia.

Concludiamo con il 1906 data in cui nacque a Senigallia Renato Cesarini, allenatore e calciatore italiano. Nel 1931 segna una rete all’ultimo minuto di gioco durante la partita amichevole Italia-Ungheria, così i cronisti iniziano a parlare di zona Cesarini per indicare le marcature effettuate nei minuti finali della partita. La medesima locuzione, che indica un avvenimento accaduto a pochi secondi dallo scadere del tempo massimo, è rimasta nell’immaginario collettivo.

Siete curiosi di scoprire cosa accadrà domani? Continuate a seguirci…

Photo by InfoPhoto