Forse non tutti sanno che l’11 dicembre, nella storia, ha rappresentato un giorno importante.

Scopriamo allora subito cosa dobbiamo festeggiare in questo freddo martedì di dicembre.

Partiamo subito dal 1946 quando viene fondato l’UNICEF,  noto in Italia come Fondo delle Nazioni Unite per l’Infanzia, in realtà United Nations Children’s Fund. A chi non lo sapesse, ricordiamo che l’UNICEF è stato creato per aiutare i bambini vittime della Seconda Guerra Mondiale, ha la sede centrale a New York ed è presente in 190 Paesi del Mondo.  Ha ricevuto il premio Nobel per la pace nel 1965 ed è finanziato con i contributi volontari di Governi e privati, per questi motivi l’aiuto di tutti noi è fondamentale per permettere all’UNICEF di proseguire lungo questo percorso che dura ormai da 66 anni.

Passiamo ora al 1979 ovvero l’anno in cui Madre Teresa di Calcutta ha ricevuto il Premio Nobel per la Pace. Agnesa Gongia Boiagiu, questo il suo vero nome, fondò la  congregazione religiosa delle Missionarie della Carità. Il suo lavoro tra le vittime della povertà di Calcutta l’ha resa una delle persone più famose al mondo. Celebre, proprio in occasione del Nobel, il discorso che Madre Teresa fece a Stoccolma contro l’aborto.

E ora giungiamo ai tempi più recenti. Sono passati 30 anno da quando l’11 dicembre del 1982 gli ABBA si sono sciolti dopo appena 10 anni di carriera. Si stima che il celebre quartetto svedese abbia venduto 375 milioni di dischi in tutto il mondo. Furono il primo gruppo non anglofono dell’Europa continentale a raggiungere un successo così ampio in paesi come Regno Unito, Irlanda, Stati Uniti, Canada, Australia, Nuova Zelanda ed Sud Africa.

Vogliamo ricordali insieme a voi con uno dei loro brani, ‘Mamma Mia‘: