E’ il 12 giugno 1981 quando Indiana Jones debutta sul grande schermo in I predatori dell’arca perduta, primo capitolo della saga destinata ad entrare nella storia del cinema d’avventura. Premiato con 5 Oscar, il film è seguito da tre avvincenti sequel, usciti rispettivamente nel 1984, 1989 e 2008, sempre scritti da George Lucas e diretti da Steven Spielberg. Dapprima affidato a Toma Selleck, il ruolo del professore e archeologo Henry Walton Jones Jr. è interpretato dall’allora emergente Harrison Ford, scritturato a sole tre settimane dall’inizio delle riprese, mentre per quanto riguarda il nome del protagonista, Lucas era inizialmente propenso per Indiana Smith, poi trasformato in Indiana Jones a seguito delle insistenze di Spielberg. Il film uscirà nelle sale cinematografiche statunitensi nel giugno 1981, arrivando in Italia nell’ottobre dello stesso anno. Sia da parte del pubblico che della critica, l’accoglienza è molto positiva, tanto che l’American Film Institute ha inserito I predatori dell’arca perduta tra la lista dei migliori 100 film statunitensi di tutti i tempi.

Il 12 giugno 2003 moriva invece a Los Angeles l’attore statunitense Gregory Peck, universalmente riconosciuto tra i più grandi interpreti della storia del cinema mondiale, nonché indimenticabile protagonista di pellicole quali Vacanze Romane (1953) e Il buio oltre la siepe (1962), film che gli vale il tanto sospirato Oscar. Approdato sul set ormai in età adulta, la carriera di Gregory Peck decolla definitivamente con Io ti salverò, di Alfred Hitchcock, in cui duetta con la grandissima Ingrid Bergman. Gli anni Cinquanta corrispondono quindi con il suo periodo di massima notorietà, in cui interpreta una serie di film di grande successo, in costante rivalità con Cary Grant e Gary Cooper. Per il suo impegno umanitario, nel gennaio del 1969 il Presidente Lyndon B. Johnson lo ha onorato con la Medaglia presidenziale della libertà, mentre l’ American Film Institute lo ha inserito al 12° posto tra le più grandi star della storia del Cinema.