Esattamente 5 anni fa, alle 21:45 del 13 gennaio 2012, la nave da crociera Costa Concordia impatta contro lo scalino roccioso prospiciente Punta Gabbianara, a circa 500 metri dal porto dell’ Isola del Giglio. L’ urto provoca un forte sbandamento e l’ apertura di una falla lunga 70 metri sul lato sinistro, seguito dalla parziale sommersione della nave. L’ incidente provoca 32 morti e 80 feriti tra passeggeri ed equipaggio, ai quali si aggiunge il sommozzatore annegato il 1 febbraio 2014, durante i lavori di rimozione del relitto. La Costa Concordia verrà ricordata come la nave passeggeri di maggior tonnellaggio mai naufragata della storia.

Il 13 gennaio del 1999 Michael Jordan annunciava invece il suo ritiro dal basket. Entrato a far parte della NBA con i Chicago Bulls nel 1984, Jordan attira in breve tempo le attenzioni del mondo intero, contribuendo alla fama dell’ NBA negli anni ottanta e novanta. Indiscusso campione della pallacanestro, Jordan ha guadagnato ben sei titoli NBA, oltre a due ori olimpici (1984 e 1992). Nel 2001, prima di lasciare definitivamente l’ attività agonistica, l’ ex cestista statunitense torna tuttavia a giocare per due stagioni.

Continuiamo a parlare di campioni dello sport, ma questa volta con un occhio all’ Italia, perché il 13 gennaio di 47 anni fa nasceva Marco Pantani. Noto al grande pubblico come ‘il pirata’, Pantani è stato l’ ultimo ciclista (dopo mostri sacri quali Fausto Coppi, Eddy Merckx e Miguel Indurain) a vincere Giro d’ Italia e Tour de France nello stesso anno. Insuperabile scalatore, nella sua carriera ha totalizzato 46 vittorie e una medaglia di bronzo ai Mondiali in linea del 1995. Caduto in depressione, morirà a Rimini nel febbraio 2004. In suo onore, il Giro d’ Italia ha assegnato alla più significativa salita il titolo di ‘Montagna Pantani’.