E’ il 14 giugno del 1777 quando il congresso degli Stati Uniti adotta la Stars & Stripes quale bandiera americana. Originariamente ispirata alla bandiera della Compagnia britannica delle Indie Orientali, la bandiera a stelle e strisce è formata da 13 strisce orizzontali rosse e bianche alternate, mentre nel quadrante superiore riporta un rettangolo blu recante 50 piccole stelle bianche a cinque punte, disposte su nove file da sei o cinque stelle ciascuna. Le stelle rappresentano i 50 stati federati degli Stati Uniti (numero cui si è giunti nel 1960, con l’ingresso delle Hawaii), mentre le 13 strisce rappresentano le tredici colonie originarie. Simbolo di libertà e dei diritti garantiti a tutti i cittadini americani dalla Costituzione e dalla “Carta dei diritti”, la bandiera americana ha subito numerosi cambiamenti da quando le 13 colonie britanniche dell’America settentrionale l’adottarono per la prima volta. Alle originarie 13 stelle se ne sono aggiunte molte altre man mano che altri stati si aggiungevano all’Unione, mentre i colori standard sono stati definiti nel 1934. La simbologia ad essa associata è talmente forte, da aver ispirato Francis Scott Key nella stesura di The Star-Spangled Banner, inno nazionale degli Stati Uniti.

Tra i nati oggi ricordiamo invece Paolo Bonolis e Donald Trump, che compiono rispettivamente 56 e 71 anni. Noto showman della televisione italiana il primo, neo presidente degli Stati uniti il secondo, sono entrambi nati sotto il segno dei gemelli, accomunati da una carriera costellata di traguardi e successi, nonché da una profonda passione per l’intrattenimento: forse non tutti sanno infatti che dal 2004 Trump è stato conduttore del noto reality “The Apprentice”.

Il 14 giugno 1837 moriva infine Giacomo Leopardi, oggi considerato il maggior poeta dell’Ottocento italiano, nonché una delle figure di spicco del romanticismo letterario internazionale. Intellettuale dalla vastissima cultura, fu da sempre affetto da vari problemi di salute, che ne influenzarono il pensiero, inducendolo ad indagare le cause della sofferenza umana, e il significato stesso della vita, da una prospettiva originale. Morirà improvvisamente, a soli 39 anni, dopo essersi sentito male al termine di un pranzo. Le sue spoglie furono presumibilmente inumate nell’atrio della Chiesa di San Vitale Martire, a Napoli. Tra le sue opere più note si ricordano I Canti, capolavoro di Leopardi, contenente 34 liriche, tra cui Il passero solitario, La sera del dì di festa, Alla luna, A Silvia, il Canto notturno di un pastore errante dell’Asia, Il sabato del villaggio, La ginestra e L’infinito; lo Zibaldone di pensieri e le Operette morali.