È già metà gennaio e il Natale sembra passato ormai da un secolo…tiriamoci su il morale andando a scoprire cosa accadde il 15 gennaio del 1759, del 1968 e del 1974.

Correva l’anno 1759 quando il British Museum di Londra aprì al pubblico. Fondato sei anni prima da Sir Hans Sloane , venne acquistato dal governo britannico per ventimila sterline. E’ tutt’ora uno dei più grandi e importanti musei di storia del mondo.

Era invece il 1968 quando, nella parte occidentale della Sicilia, si verificò il terremoto del Belice, che provocò vittime, ingenti danni, e la distruzione totale di alcuni paesi o parziale come nel caso di Gibellina, Salaparuta, Poggioreale e Montevago, che verranno poi ricostruiti. Furono impegnati nei soccorsi più di mille vigili del fuoco, la Croce Rossa, l’esercito. Il pilota di uno degli aerei impegnati nella ricognizione della zona dichiarò di avere visto “uno spettacolo da bomba atomica”.

Concludiamo con il 1974. Sono passati 39 anni da quando il mitico e inimitabile Happy Days debuttò sulla rete televisiva ABC. Creata da Garry Marshall, la serie televisiva presentava una visione idealizzata della vita americana, a cavallo tra gli anni cinquanta e sessanta. La serie, ambientata nella citta statunitense di Milwaukee, è imperniata sulle vicende quotidiane della famiglia Cunningham e dell’indimenticabile Fonzie….Ehi!

In memoria dei vecchi tempi…godiamoci la sigla di una delle serie tv più amate di tutti i tempi: