E’ il 15 Marzo del 1906 quando due imprenditori inglesi, Henry Royce e Charles Rolls, danno vita alla più lussuosa marca automobilistica al mondo: la Rolls Royce.

La famiglia di Henry gestisce un mulino nella contea di Huntingdonshire. Quando l’attività fallisce, i Royce si trasferiscono quindi a Londra, dove Henry inizia giovanissimo a lavorare come strillone e fattorino. A 24 anni, nel 1884, con appena 20 sterline, entra in società con Ernest Claremont ed avvia un piccolo laboratorio di apparecchi elettrici a Manchester, cominciando a produrre anche dinamo e gru elettriche. Nel 1899 la società viene registrata come Royce Ltd, aprendo una nuova fabbrica a Trafford Park. Qui Royce inizia a dedicarsi alla sua vera passione, la meccanica, costruendo, a partire dal 1904, una’automobile che soddisfacesse i suoi parametri di qualità. Ne realizza tre esemplari, una per lui, una per il socio Claremont e una terza per uno dei collaboratori dell’azienda, Henry Edmunds, il quale decide di mostrarla a Charles Rolls, nobile britannico che possiede un salone automobilistico. Anch’egli appassionato di tecnologia, Rolls riconosce immediatamente le qualità della vettura prodotta da Royce e acconsente ad incontrarlo all’Hotel Midland di Manchester. E’ così che, nel 1904, nasce il fortunato sodalizio tra i due e lo storico esclusivo marchio: in un primo momento, Rolls si impegna ad acquistare e rivendere tutte le auto che Royce sarebbe stato in grado di produrre, alla condizione che abbiano un motore di almeno quattro cilindri e che si chiamino Rolls-Royce. Il 15 Marzo 1906, l’accordo viene quindi trasformato in una società vera e propria, la Rolls-Royce Limited. Dopo il primo storico modello, la 10 hp, e con l’apertura di nuovi stabilimenti, la produzione cresce sempre più, dando alla luce esemplari di grande successo, come la Rolls-Royce Silver Ghost, dotata di motore sei cilindri. E’ invece il 1911 quando debutta la celebre statuetta Spirit of Ecstasy, divenuta identificativa delle Rolls Royce in tutto il mondo.