Il Novecento è il secolo protagonista dell’Accadde oggi di questo 16 gennaio.

Correva l’anno 1969 quando lo studente cecoslovacco Jan Palach si diede fuoco in Piazza San Venceslao a Praga. Iscritto alla Facoltà di filosofia, assiste con interesse alla stagione riformista del suo paese, chiamata Primavera di Praga. Nel giro di pochi mesi, però, quest’esperienza venne repressa militarmente dalle truppe dell’Unione Sovietica e degli altri paesi che aderivano al Patto di Varsavia. Ai medici dirà d’aver preso a modello per il suo gesto di protesta i monaci buddhisti del Vietnam.

Era invece il 1979 quando lo Scià Mohammed Reza Pahlevi lasciò l’Iran per rifugiarsi in Egitto. Nasce a Teheran nel 1919. Dopo l’entrata in guerra degli Stati Uniti la gestione logistica del corridoio persiano passa agli americani. I britannici mantengono il controllo delle risorse petrolifere. Mohammad Reza diventa Scià nel 1941 e con il passare del tempo costruisce un regime sempre più assolutista e filo-occidentale che porta alla rivoluzione del 1978 e al rovesciamento da parte dell’Ayatollah Khomeini.

Concludiamo con il 1994 quando il Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro sciolse le Camere. Finì così la Prima Repubblica. La distinzione tra prima e seconda Repubblica, introdotta in ambito giornalistico e divenuta poi di uso comune, è formalmente scorretta, poiché considera come elemento di discontinuità una trasformazione dell’assetto partitico, e non un cambiamento di regime. A causarla sono una serie di episodi di corruzione che si manifestano anche oggi.

Siete curiosi di scoprire cosa accadrà domani? Continuate a seguirci…