E’ il 16 luglio del 1965 quando, alla presenza del Presidente italiano Giuseppe Saragat e di quello francese Charles De Gaulle, viene inaugurato il traforo del Monte Bianco. Lungo 11,6 chilometri, è stato per anni il traforo più lungo al mondo. La costruzione del tunnel autostradale è iniziata nel 1957 e terminata 7 anni dopo, portata avanti congiuntamente da Italia e Francia, che vengono così messe in comunicazione tramite la città di Courmayeur, Valle d’ Aosta, e Chamonix, Alta Savoia. Ancora oggi annoverato tra le più grandiose opere ingegneristiche della storia italiana moderna, il progetto del Monte Bianco è stato presentato da Dino Lora Totino, nel maggio del 1946, quindi rivisto e aggiornato dall’ ingegnere Vittorio Zignoli: il traforo è oggi costituito da una galleria unica, a doppio senso di circolazione e rappresenta una delle maggiori vie di trasporto transalpino. Nonostante il lungo dibattito, il raddoppio del tunnel non è tuttavia stato realizzato. Nel 1999 un grave incidente ha invece provocato la chiusura forzata del traforo per tre anni. Dalla riapertura, avvenuta nel 2002, vige il limite dei 70 chilometri orari ed è stato vietando il sorpasso. Oggi, circa 5 mila veicoli percorrono ogni giorno il traforo del Monte Bianco.

Tra i nati oggi ricordiamo invece il noto cantautore Eugenio Finardi (16 luglio 1952) e il ciclista spagnolo Miguel Indurain Larraya (16 luglio 1964), vincitore di cinque Tour de France consecutivi, dal 1991 al 1995, e di due Giri d’ Italia in accoppiata al Tour, rispettivamente negli anni 1992 e 1993.