E’ il 19 dicembre 1976 quando Roberto Benigni debutta in TV con Onda libera, programma satirico trasmesso su Rai Due e ideato dallo stesso Benigni insieme al regista Beppe Recchia.

Il 19 dicembre 1861 nasceva invece Italo Svevo (pseudonimo di Aron Hector Schmitz), scrittore e drammaturgo italiano, noto ai più per il romanzo “La coscienza di Svevo”, pubblicato nel 1923 presso l’ editore Cappelli di Bologna.

Auguri anche ad Alberto Tomba (San Lazzaro di Savena, 19 dicembre 1966), leggenda dello sci italiano, nonché uno dei più grandi specialisti delle prove tecniche della storia e terzo sciatore di sempre per numero di successi, con cinquanta vittorie complessive in Coppa del Mondo. Tra i numerosi premi ottenuti, ricordiamo due ori olimpici in slalom gigante, uno in slalom speciale e la Coppa del Mondo del 1995.

Il 19 dicembre 1996 moriva infine Marcello Mastroianni, tra i mostri sacri della commedia all’ italiana, nonché uno degli interpreti italiani maggiormente conosciuti ed apprezzati all’ estero negli anni sessanta e settanta, specialmente se al fianco della grande Sophia Loren, come in “Ieri, oggi, domani” (Vittorio De Sica, 1963), “Matrimonio all’italiana” (De Sica, 1964) e “Una giornata particolare” (Ettore Scola, 1977). Tre volte candidato all’ Oscar come miglior attore, Mastroianni si è guadagnato numerosi riconoscimenti internazionali, tra i quali due Golden Globe, due Premi BAFTA, otto David di Donatello, otto Nastri d’ argento e il Leone d’ oro alla carriera. Tra le sue interpretazioni più memorabili ricordiamo “I soliti ignoti” (Mario Monicelli, 1958); “La Dolce Vita” (Fellini, 1960); “Divorzio all’ italiana” (Pietro Germi, 1961); “8 ½” (Fellini, 1963) e “Matrimonio all’ italiana (De Sica, 1964).