Monumento simbolo di New York, la Statua della Libertà è stata inaugurata esattamente 129 anni fa. Progettata dal francese Frédéric Auguste Bartholdi, è costituita da una struttura reticolare interna in acciaio rivestita da 300 fogli di rame sagomati e rivettati insieme, che poggia su un basamento granitico grigio-rosa di provenienza sarda e domina la baia di New York.

Alta 93 metri è visibile fino a 40 km di distanza e svetta all’entrata del porto sul fiume Hudson al centro della baia di Manhattan, sulla rocciosa Liberty Island. Il nome esatto dell’opera è La Libertà che illumina il mondo (Liberty Enligtening the World in inglese, La Liberté éclairant le monde in francese) e raffigura una donna che indossa una lunga toga e sorregge fieramente in una mano una fiaccola (simbolo del fuoco eterno della libertà), mentre nell’altra stringe un libro recante la data del giorno dell’Indipendenza americana (4 luglio 1776).

Ai suoi piedi delle catene spezzate simboleggiano la liberazione dal potere del sovrano dispotico, la corona in testa, invece, con le sue sette punte, rappresenta i sette mari.

Recentemente la Statua era stata chiusa a causa dell’Uragano Sandy che aveva colpito la Grande Mela.

photo credit: MatAnt via photopin cc