Facciamo innanzitutto un augurio a tutti i Papà e proseguiamo alla scoperta degli eventi che hanno caratterizzato il 19 marzo.

Partiamo dalla data più recente.

Era il 2011 quando la coalizione tra Stati Uniti, Francia, Spagna, Gran Bretagna, Canada e Italia dà il via all’operazione “Odyssey Dawn“: si apre la guerra in Libia contro il regime del colonnello Muammar Gheddafi. Per quarantadue anni è stato la massima autorità del proprio paese, fino alla sua deposizione da parte delConsiglio nazionale di transizione. Gheddafi è stato ucciso dai ribelli e la sua morte ha segnato la fine della guerra civile.

Passiamo al 2002 quando Marco Biagi, giurista del lavoro, è stato ucciso dalle nuove Brigate Rosse. Nel 2001 è consulente del Ministro del Welfare Roberto Maroni per l’elaborazione della riforma del mercato del lavoro. La rivendicazione dell’omicidio venne inviata quella stessa notte a diverse agenzie e quotidiani, facendo riferimento a una strategia volta a colpire uomini dello stato legati alla ristrutturazione del mercato del lavoro.

Concludiamo con il 1994 quando a Casal di Principe venne assassinato in chiesa don Giuseppe Diana, noto per il suo impegno nella lotta alla camorra. Don Peppino Diana cerca di aiutare la gente colpita dalla camorra, negli anni del dominio assoluto dei casalesi del boss Francesco Schiavone, detto Sandokan. Lo fa con gesti concreti e con omelie esplicite che gli costeranno la vita.

Siete curiosi di scoprire cosa accadrà domani? Continuate a seguirci…