E’ il 20 luglio 1969 quando la missione spaziale Apollo 11 porta l’uomo sulla Luna: Neil Armstrong è il primo a lasciare il modulo ‘Eagle’ per mettere piede sul suolo lunare, poche ore dopo l’ allunaggio. L’ evento è seguito in diretta tv da 600 milioni di persone in tutto il mondo: “Questo è un piccolo passo per un uomo, ma un balzo da gigante per l’ umanità” dichiara Armstrong, comandante della missione Apollo 11 e ufficialmente primo uomo a toccare il suolo lunare. In quell’ occasione l’ astronauta statunitense, alla sua seconda missione, trascorrerà due ore e mezza al di fuori della navicella, assieme a Buzz Aldrin, raccogliendo 21,5 kg di materiale lunare. Il terzo membro della missione, Michael Collins, rimane invece in orbita lunare, pilotando il modulo di comando che il 24 luglio riporterà a casa l’ equipaggio.

Ad Arezzo, il 20 luglio 1304 nasceva invece Francesco Petrarca, scrittore, poeta e filosofo italiano, fondatore dell’ umanesimo, nonché uno dei padri della letteratura italiana. Autore del noto Canzoniere, raccolta poetica in onore di Laura, Petrarca dedicò la vita allo studio dei classici, abbracciò la carriera ecclesiastica e si adoperò incessantemente per promuovere il ritorno della sede pontificia da Avignone a Roma. Tra i suoi più celebri componimenti ricordiamo “Chiare, fresche et dolci acque” e “Solo et pensoso”.

Il 20 luglio del 1937 moriva infine Guglielmo Marconi, Premio Nobel per la fisica nel 1909 e celebre inventore della radio. Dopo ad aver dedicato la vita al perfezionamento dei sistemi di comunicazione senza fili, nel 1895 è lui a lanciare, nei pressi di Bologna, il primo segnale di telegrafia senza fili della storia. Il 12 dicembre del 1901 riuscirà quindi a trasmettere il primo segnale radio transoceanico, fondando successivamente la Marconi corporation.