Cosa accadde il 21 marzo di qualche anno fa? Scopriamolo insieme…

Nel 1963 chiuse il penitenziario USA di Alcatraz situato su un’isola della baia di San Francisco.

Il carcere di Alcatraz è comunemente noto per l’estrema rigidità con cui erano trattati i detenuti. Chi veniva mandato ad Alcatraz era solitamente considerato estremamente pericoloso o aveva già tentato la fuga da altre prigioni.

Il più delle volte i carcerati erano costretti a scontare la loro pena in una cella singola, dalle dimensioni molto ridotte. Le mancanze disciplinari venivano punite con la reclusione nelle celle d’isolamento al buio e al freddo (foto by InfoPhoto).

A differenza di altre carceri, la possibilità di lavorare non era concessa a tutti, ma era un privilegio che si poteva guadagnare con la disciplina. Durante i pasti tutti i prigionieri venivano radunati in un solo refettorio, sotto la sorveglianza di appena due o tre secondini. Un’eventuale possibile rivolta avrebbe potuto significare la morte certa del personale di guardia, a causa del gas che sarebbe stato sprigionato per sedarla.