E’ il 21 settembre 1937 quando John Ronald Reuel Tolkien pubblica il romanzo fantasy “Lo Hobbit o la riconquista del tesoro” (titolo originale: “The Hobbit, There and Back Again”), prequel del più famoso “Il Signore degli Anelli” (The Lord of the Rings), pubblicato in 3 volumi tra il 1954 ed il 1955. Godibile a tutte le età, Lo Hobbit nasce, nelle intenzioni dell’ autore, come una romanzo per ragazzi, tant’ è che viene presentato alla Allen & Unwin (che poi ne curerà la pubblicazione), accompagnato da una magnifica recensione scritta dal figlio di Stanley Unwin, Rayner, di 10 anni. Stampato in 1500 copie, con illustrazioni in bianco e nero dell’ autore stesso, il romanzo va esaurito già a dicembre dello stesso anno. La seconda edizione, uscita nel 1938, viene curata dalla Houghton Mifflin di Boston e New York e vede l’ inserimento di quattro illustrazioni a colori, che verranno poi incorporate anche nella seconda stampa inglese. Seguono altre tre versioni dell’ opera, rispettivamente uscite nel 1951, 1966 e 1978, contenenti piccole variazioni. Tradotta in oltre 40 lingue, l’ opera di Tolkien è oggi conosciuta ed apprezzata a livello mondiale; popolarità cui certo ha contribuito l’ omonima saga cinematografica diretta e prodotta da Peter Jackson, uscita in tre capitoli tra il 2012 e il 2014.

Il 21 settembre 1947 nasceva invece Stephen King, tra i più celebri e prolifici autori di letteratura fantastica del XX secolo. Noto come ‘il re della letteratura horror’, nel corso della sua lunga carriera (iniziata nel 1974) ha pubblicato oltre ottanta opere, vendendo complessivamente più di 500 milioni di copie nel mondo. Tra i suoi romanzi più apprezzati ricordiamo It (1986), Shining (1977) la cui trasposizione cinematografica è stata affidata a Stanley Kubrick, Carrie (1974), Il miglio verde (1996), L’ ombra dello scorpione (1990) e Misery (1987).