Nel 1819 venne brevettata la bicicletta. Si tratta di un veicolo a due ruote a propulsione muscolare umana, con trazione sulla ruota posteriore mediante catena di trasmissione.

Quello del 1819 era un modello in legno dal peso di 22 chili con boccole d’ottone all’interno dei cuscinetti della ruota, un freno posteriore e 152 millimetri di avancorsa della ruota anteriore per ottenere un effetto auto-stabilizzante il cosiddetto effetto castor.

Negli Stati Uniti fu poi Alexander Pope di Boston a monopolizzare la produzione delle Ordinarie dal 1876 e fu promotore del “movimento per le buone strade” (Good Roads Movement) che si batteva per il miglioramento delle condizioni di viabilità delle strade.