Era il 27 aprile del 1981 quando la Xerox PARC presentava il mouse, la periferica in grado di inviare segnali al computer in modo che ad un suo movimento ne corrisponda uno analogo di un indicatore sullo schermo del computer.

L’inventore del dispositivo fu Douglas Engelbart che iniziò a lavorarci nel 1967 insieme a numerosi altri progetti come i programmi di video scrittura o le tastiere per migliorare il rapporto tra uomo e calcolatore. Il 21 giugno dello stesso anno Engelbart ottenne il brevetto per il suo indicatore di posizione X-Y per display: il mouse. Il nome deriva dall’acronimo Manually Operated User Selection Equipment, ma anche dalla sua forma tanto simile a quella di un piccolo roditore.

Successivamente il grande Steve Jobs vedendo una dimostrazione alla Xerox sull’uso del mouse, decise di svilupparne una versione più avanzata della stessa idea, aumentandone l’usabilità, chiamata Lisa. Ancora oggi, in tutti i pc del mondo, viene sfruttato lo stesso concetto ideato allora.

(Foto by InfoPhoto)