Cosa accadde il 28 dicembre di qualche anno fa? Scopriamolo insieme…

Nel 1973 Aleksandr Solženicyn pubblica Arcipelago Gulag. Si tratta di un saggio di inchiesta narrativa edito in tre volumi nel quale si ripercorre il periodo comunista in URSS e l’utilizzo dei campi di concentramento amministrati dal Gulag disseminati in tutta l’Unione Sovietica. Arcipelago Gulag ha fornito il più radicale e circostanziato ritratto dell’altra faccia dell’unione sovietica post-rivoluzionaria.

Nel 1908 Calabria e Sicilia: un terremoto del decimo grado ed un seguente maremoto radono al suolo le città di Reggio Calabria e Messina. Verrà definito come uno dei due eventi sismici più catastrofici della storia italiana. A Messina, una nuvola di polvere oscurò il cielo. Ai danni provocati dalle scosse sismiche e a quello degli incendi si aggiunsero quelli del maremoto con ondate devastanti stimate da 6 m a 12 m di altezza. Lo tsunami in questo caso provocò molte vittime fra i sopravvissuti che si erano ammassati sulla riva del mare, alla ricerca di  protezione.

Nel 1897 L’opera Cyrano de Bergerac, di Edmond Rostand, debutta a Parigi. Ispirata alla figura storica di Savinien Cyrano de Bergerac, uno dei più estrosi scrittori del seicento francese, precursore della letteratura fantascientifica. Grazie all’eccezionale trionfo di pubblico e critica che salutò questo dramma post-romantico, Rostand viene insignito della Legion d’onore ed eletto membro dell’Académie française.

photo credit: Mrs eNil via photopin cc