Il 30 aprile di 21 anni fa, la tennista jugoslava Monica Sales fu aggredita durante il torneo di Amburgo da uno squilibrato che sosteneva l’avversaria bulgara Steffi Graf che con quel gesto intendeva restituire il primato nel ranking alla tennista tedesca. Accoltellata all’altezza della spalla sinistra, la sportiva non riscontrò serie ferite fisiche (il taglio era profondo circa un centimetro e mezzo), quanto psicologiche inducendola ad abbandonare il tennis per oltre due anni.

La ferita, non troppo grave  interessò la schiena, all’altezza della spalla sinistra; le provocò però un grave shock psicologico. Nell’occasione tutte le sue colleghe, a eccezione di Gabriela Sabatini, rifiutarono la proposta della WTA di congelare il suo ranking di numero uno fino al suo ritorno alle competizioni.

La Seles, a soli 19 anni, aveva già vinto otto titoli del Grand Slam e aveva ancora ampi margini di miglioramento. Subito dopo l’aggressione e il ritiro della Seles, Steffi Graf, connazionale e beniamina di Parche, tornò in vetta alle classifiche mondiali.

photo credit: MadMarlin via photopin cc