Lavoro, innovazione, ricerca e società, tutto oggi sembrerebbe essersi fermato. Ma perché vi stiamo dicendo questo?

Beh…perché gli ‘Accadde Oggi’ di questo 5 gennaio ci fanno riflettere su quanto ci sia bisogno di novità, per poter andare avanti e migliorarci.

Partiamo subito con il 1914, anno in cui la Ford annuncia una giornata lavorativa di 8 ore e uno stipendio minimo di 5 dollari al giorno. Alla base di questa scelta, la riuscita della catena di montaggio a movimento continuo su nastro trasportatore che consentiva di impiegare 93 minuti anziché 12 ore per assemblare un’automobile.

Intanto noi oggi lottiamo per contratti di lavoro al limite della legalità.

Era invece il 1933 quando a San Francisco si iniziò a costruire il Golden Gate Bridge, ponte sospeso lungo 2737 metri, realizzato dal genio dell’ingegner Joseph Baermann Strauss. Il presidente Roosevelt, 4 anni dopo, diede il via ufficiale al traffico di veicoli da Washington, premendo un pulsante.

Intanto qui non si è ancora capito che fine farà il ponte sullo Stretto di Messina.

Arriviamo così al 1968, anno in cui Alexander Dubcek sale al potere. In Cecoslovacchia comincia la Primavera di Praga. Le riforme economiche e di democratizzazione vennero bruscamente interrotte 7 mesi dopo, quando un corpo di spedizione sovietico invase il Paese.

In questo caso non possiamo far altro che ricordarci della Primavera Araba e dei risvolti che potrà avere sul futuro prossimo.

Siete curiosi di scoprire cosa accadrà domani? Continuate a seguirci…