E’ il 6 aprile del 1943 quando Antoine de Saint-Exupéry pubblica Il Piccolo Principe, uno dei volumi più celebri e venduti del XX secolo. Tradotto in 250 lingue, il capolavoro di Saint-Exupéry ha saputo negli anni conquistare generazione dopo generazione, ispirando fumetti, cartoni animati e opere teatrali. Scritto a Long Island (USA) e illustrato direttamente dall’autore, il libro viene pubblicato in una prima versione inglese, curata dall’editore Reynold & Hitchcock. La traduzione italiana edita da Bompiani, viene invece ricavata dalla versione francese, uscita qualche giorno dopo. Apprezzato sia come libro per ragazzi che come racconto/poesia per adulti, Il Piccolo Principe fonde autobiografia e invenzione, toccando temi quali il senso della vita, il significato dell’amore e dell’amicizia, in una sorta di viaggio che guida il lettore all’educazione sentimentale. Ciascun capitolo racconta l’incontro del protagonista con curiosi personaggi, conosciuti nei diversi pianeti che ha visitato, ognuno dei quali lascia il piccolo principe stupito e sconcertato dalla stranezza dei “grandi”, dal vecchio Re solitario che si crede onnipotente, all’uomo d’affari che conta le stelle illudendosi che esse gli appartengano. Ognuno di questi incontri può essere infatti interpretato come un’allegoria della società moderna, narrata però dal punto di vista di un bambino, il piccolo principe, metafora dello sguardo infantile sul mondo.

Il 6 aprile 1992 muore invece lo scrittore e scienziato Isaac Asimov, oggi considerato uno dei maggiori scrittori di fantascienza di tutti i tempi. La sua fortuna nasce dall’incredibile connubio tra invenzione letteraria e verità scientifica, che rende i sui scritti ‘specchi di un futuro possibile’. Tra le opere più note ricordiamo i libri appartenenti al ciclo sul futuro della robotica, oltre a ‘La fine dell’eternità’, probabilmente la migliore opera sui viaggi nel tempo mai scritta. L’opera di maggior successo di Asimov è tuttavia il Ciclo delle Fondazioni, serie di racconti, scritti tra il 1942 e il 1949 ed incentrati sulla caduta di un immaginario Impero Galattico.