E’ il 7 giugno del 1929 quando, con l’entrata in vigore degli accordi noti come Patti Lateranensi, siglati l’11 febbraio 1929, nasce ufficialmente lo Stato della Città del Vaticano, il più piccolo stato al mondo (con una superficie inferiore a 0,5 Km²) ed il Paese meno popoloso in assoluto. Stabilita la forma di governo, i criteri legati alla cittadinanza, alla sicurezza e alle questioni di natura economica ed amministrativa, in questo giorno vengono inoltre definiti i simboli nazionali, tra cui la bandiera e l’inno ufficiale. In data 8 giugno entreranno quindi in vigore le sei leggi principali del nuovo Stato, promulgate da Papa Pio XI, tra cui la Legge Fondamentale, che all’art. 1 recita: «Il Sommo Pontefice, Sovrano dello Stato della Città del Vaticano, ha la pienezza dei poteri legislativo, esecutivo e giudiziario.»

Il 7 giugno del 1954 moriva invece Alan Turing, noto matematico, logico e crittografo britannico, oggi considerato uno dei padri dell’informatica. Originario di Londra, Turing è stato una delle più importanti menti matematiche dell’età contemporanea, tanto che in suo onore l’Association for Computing Machinery ha creato il Turing Award, massima riconoscenza nel campo dell’informatica e dell’intelligenza artificiale, da lui teorizzate già negli anni Trenta. Nonostante una folgorante carriera, Turing morirà suicida a soli 41 anni, in seguito alle reiterate persecuzioni subite da parte delle autorità britanniche a causa della sua dichiarata omosessualità. Solo nel 2009 il primo ministro Gordon Brown ha ufficialmente riconosciuto Turing quale oggetto di trattamento omofobico, porgendo scuse ufficiali per conto del governo del Regno Unito.