Oggi è l’8 gennaio 2013.

Una data come un’altra potreste pensare voi…

Grazie a questa rubrica potrete scoprire quanto ogni giorno sia in realtà speciale!

Era il 1930 a Roma quando il principe Umberto di Savoia sposa Maria José del Belgio. Dopo una severissima educazione voluta dal padre Vittorio Emanuele III, il principe, come per prassi familiare, viene avviato alla carriera militare. Inviso a Benito Mussolini, il dittatore raccoglierà un dossier per dimostrarne l’omosessualità. Al contrario altre informazioni lo mostreranno come playboy affascinato da avvenenti star dello spettacolo. Dal matrimonio nasceranno Maria Pia, Vittorio Emanuele, Maria Gabriella, Maria Beatrice.

Passiamo così al 1959 anno in cui Fidel Castro entra a L’Avana dopo l’abbandono del paese da parte del generale Batista. Nato da una famiglia benestante di agricoltori, educato dai gesuiti nei valori antimaterialisti, Fidel Castro si laurea in Legge e, con l’avvento della dittatura del generale Fulgencio Batista, diventa uno dei leader dell’opposizione studentesca. Dopo aver pagato le sue idee con la galera e l’esilio, organizza un gruppo militare che, in compagnia di personalità quali Che Guevara e Camillo Cenfieguo, entrerà a Cuba dal Messico e, crescendo nel numero attirando la solidarietà dei campesinos e disertori, farà cadere la dittatura di Batista.

Concludiamo con il 1973, l’anno dello Scandalo Watergate: inizia negli Stati Uniti il processo di sette uomini accusati di aver piazzato cimici negli uffici del Partito Democratico. L’obiettivo della macchinazione voluta dal presidente repubblicano Richard Nixon era quella di scovare elementi che indebolissero la politica anti-vietnam degli avversari. Grazie soprattutto alle indagini dei giornalisti Bob Woodward e Carl Bernstein del Washington Post si arriveranno a scoprire le intercettazioni audio del nastro noto come “la pistola fumante” (smoking gun) che nell’agosto 1974 portò con sé la prospettiva di un sicuro impeachment per il presidente, che diede perciò le dimissioni.

Vi abbiamo convinti? Continuate a seguirci!