L’8 luglio del 1947 si schianta a Roswell un pallone sonda appartenente alla United States Air Force. La vicenda è però famosa per un’altra teoria, divulgata dai giornali e tutt’ora sostenuta dagli ufologi, secondo cui, a precipitare dallo spazio sarebbe stato in realtà un UFO contenente materiali extraterresti, tra cui cadaveri alieni recuperati dai militari statunitensi.

Il primo comunicato stampa pubblicato dalla base aerea di Roswell l’8 luglio 1947 parla infatti proprio di un “disco volante”. Tuttavia, la prima dichiarazione ufficiale delle autorità statunitensi afferma che si è trattato solo di un semplice pallone sonda. La teoria della caduta di un’astronave aliena è divenuta popolare presso i media  e tra gli ufologi, secondo i quali tra il 2 giugno e il 3 luglio 1947 sarebbero accaduti dei fenomeni di carattere ufologico in questa città, culminati il 2 luglio con lo schianto nel deserto di un velivolo spaziale di ipotetica provenienza aliena.