Attraverso un piccolo viaggio nel tempo, scopriamo quali eventi storici rilevanti accaddero proprio il 9 dicembre.

9 dicembre 1946. A Norimberga comincia il processo contro 23 ex medici che operarono nei campi di concentramento accusati di crimini contro l’umanità. Il processo ai dottori fu il primo dei 12 processi secondari di Norimberga che le autorità americane indissero nella città tedesca dopo la seconda guerra mondiale contro i sopravvissuti appartenenti alle organizzazioni militari naziste. I dodici processi vennero celebrati esclusivamente da corti militari statunitensi e non davanti all’International Military Tribunal (IMT), che aveva promosso il principale processo di Norimberga contro i vertici della Germania nazionalsocialista, anche se ebbero luogo presso lo stesso palazzo di Giustizia di Norimberga.

Passano gli anni, è il 1980 quando a Palermo nasce il primo circolo Arcigay. Associazione di promozione sociale fu creata nel capoluogo siciliano dove nell’estate dello stesso anno, a Giarre, in provincia di Catania, due giovani omosessuali, Giorgio Agatino Giammona e Antonio Galatola di 25 e 15 anni furono trovati uccisi con un proiettile alla testa. Ad ucciderli era stato, su loro stessa richiesta, il nipote tredicenne di Toni. I due omosessuali avevano deciso di farsi uccidere insieme per sottrarsi alla vergogna che la loro condizione di omosessuali, in quel luogo e periodo storico, procurava a loro stessi e alle loro famiglie. Sono passati 32 anni e in Italia, ancora oggi, non mancano gli episodi di violenza contro gli omosessuali.

Correva l’anno 1990. Lech Walesa diventa il primo presidente della Polonia eletto direttamente. Sindacalista, politico e attivista, Walesa fu presidente dal ’90 al ’95. Nel 1983 aveva vinto il premio nobel per la Pace. Impegnato sin da giovane nel sindacato e in prima linea per la difesa dei diritti dell’uomo, era stato il fondatore di Solidarnosc, la prima organizzazione sindacale indipendente del blocco sovietico.