È il 9 novembre del 1989 quando, dopo 28 lunghi anni, vengono finalmente aperti i varchi del muro che dal 1961 divideva la Germania dell’ Est da quella dell’ Ovest. La caduta del muro di Berlino costituisce uno degli eventi più importanti della storia del Ventesimo secolo: simboleggia la fine della guerra fredda e l’ inizio di un processo che porterà alla riunificazione della Germania sotto la sovranità della Repubblica Federale. In quella storica notte, decine di migliaia di abitanti della parte orientale della città si riversano in quella occidentale, dove vengono accolti con fiori, abbracci e lacrime di commozione. Durante le settimane successive, grandi e piccole porzioni del muro vengono demolite dalla folla, mentre l’ abbattimento ufficiale, realizzato con equipaggiamenti industriali (13 bulldozer, 55 ruspe, 65 gru e 175 camion), inizierà il 13 giugno 1990. Il 18 marzo di quell’ anno si erano intanto tenute le prime libere elezioni della storia della Repubblica Democratica Tedesca ed il 3 ottobre 1990 la Germania viene ufficialmente riunificata. Ad oggi il muro di Berlino non esiste praticamente più: è stato fisicamente distrutto quasi ovunque, ad eccezione di alcuni punti, trasformati in veri e propri luoghi della memoria, visitati ogni anno da migliaia di turisti. Con la legge n. 61 del 15 aprile 2005, in ricordo di quella storica notte, il parlamento italiano ha dichiarato il 9 novembre “Giorno della libertà”.

Tra i nati oggi ricordiamo invece il cantautore e chitarrista Biagio Antonacci (Milano, 9 novembre 1963)  e l’ ex attaccante della Juventus Alex Del Piero (Conegliano, 9 novembre 1974).