Vi avevamo anticipato che l’Italia, rappresentata dalla Liguria, si stava preparando a partire alla volta del Brasile per avviare un dialogo sulle attività legate al mondo della nautica nel nostro Paese.

Adesso è sicuro, grazie ad un tavolo di lavoro permanente per lo sviluppo e alla costituzione di un polo a Santa Caterina, le aziende italiane, attive nel settore nautico, inizieranno preso a collaborare con il Brasile.

L’accordo è stato possibile grazie alla mediazione di Italia e Brasile, ma anche con l’aiuto di Ucina e Confindustria di settore.

“Il settore ha dei dazi doganali molto forti ma anche una grande volontà di collaborazione – ha spiegato Emanuele Spadaro, export manager di Ucina – grazie all’intesa a Santa Caterina sarà possibile anche per le piccole e medie imprese italiane accedere ad agevolazioni e partnership con quelle locali, mentre a livello nazionale brasiliano si creeranno dei tavoli di lavoro che dovrebbero sfociare in nuovi accordi futuri”.

La Regione Liguria è stata la grande mediatrice di questo accordo, così come Liguria international cui presidente, Franco Aprile, ha commentato: “Tramite la Liguria si promuove tutta la capacità nazionale, attraverso decine di i prese che abbiamo portato qui a caccia di affari e questo tipo di avvenimenti può dare risultati concreti rilevanti”.