Hanno 38 anni Enzo e Fabio, due pescatori che venerdì sera hanno lasciato il loro paese per una battuta di pesca. Sono saliti a bordo di un motoscafo di 7 metri con un motore di 40 cavalli e da quel momento non sono più tornati né hanno chiamato i loro familiari. Nessuna richiesta di aiuto, nessun avvistamento, nessuna segnalazione. Dei due si sono perse le tracce nonostante le continue ricerche da parte della Capitaneria di Porto. Chi li conosceva bene spera che i due siano ancora vivi e che, nonostante siano già trascorsi 5 giorni, la barca non sia affondata in acque internazionali.

Pescatori dispersi, l’appello dei familiari

I familiari hanno diffuso un appello sui social network: “Chiediamo a tutti i pescatori di Aci Trezza di sostituire per una sola notte l’attività della pesca con la ricerca dei due colleghi per mezzo dei vostri pescherecci abili per elevati spostamenti. Si presume che la loro direzione sia orientata verso sud, a circa 100-150 miglia, lato di Augusta, Siracusa e Portogallo. Vi chiediamo urgentemente di condividere. Crediamo in voi, con la speranza di poter iniziare un altro anno in loro compagnia”.

Una delle sorelle dei due dispersi ha ipotizzato che i due possano trovarsi al largo di Siracusa e che il motore del motoscafo possa essersi rotto.