Allarme per l’acqua corrente di tutto il mondo, dove sono state trovate fibre microscopiche di plastica. A riportare questa rivelazione shock il Guardian, che cita uno studio condotto da Orb Media, organizzazione no profit di Washington.

La Orb Media, in collaborazione con le università di New York e del Minnesota, ha testato 159 campioni di acqua potabile proveniente dalle grande e piccole città di tutti i continenti. L’acqua corrente più inquinata è quella degli Stati Uniti d’America, dove sono state trovate fibre di plastica nel 94% dei campioni di acqua, compresa quella che sgorga dai rubinetti “d’elite” del Congresso o della Trump Tower del presidente Donald Trump.

Sempre alto il tasso di contaminazione di plastica le acque correnti di Libano e India. L’acqua meno contaminata si trova in Europa, con Regno Unito, Germania e Francia in testa, anche se la percentuale è comunque alta: 72% dei campioni testati.

Parlando di numeri, dei campioni di acqua analizzati sono state trovate fibre ogni 500ml di acqua nella percentuale dal 4,8% in USA e 1,9% in Europa. Plastica che si trova non solo nelle acque dolci, ma anche negli oceani, nel mare, nell’aria e nel terreno.