Parte oggi il provvedimento che ha visto il Campidoglio decidere di privare i capigruppo delle auto blu, con un risparmio annuo quantificabile in mezzo milione di euro.

Capigruppo e presidente dell’Aula, dunque, dovranno trovare metodi alternativi per potersi muovere per le strade. Addio alla macchina di servizio, una decisione presa per cercare di ridurre i costi delle casse capitoline. Un risparmio stimato in oltre mezzo milione di euro l’anno.

Nei cinque anni di gestione del Comune, dunque, si arriverà a circa 3 milioni di euro risparmiati, soldi pubblici che potranno essere gestiti in modo differente: “L’ufficio di presidenza dell’Assemblea capitolina – annuncia il presidente dell’Aula Marcello De Vito – ha ratificato il taglio delle cinque auto blu dell’ufficio stesso e delle otto dei capigruppo, oltre all’eliminazione dei permessi Ztl con facoltà di parcheggio per i 48 consiglieri, che avranno a disposizione la tessera Atac per il trasporto pubblico. Considerando che ogni auto costa al Comune circa 40mila euro all’anno, il risparmio stimato per le 13 vetture è di oltre 500mila euro annui. Per i permessi ztl, dal costo di 2mila euro l’uno, il risparmio è di quasi 100mila euro all’anno”.