Da tempo si parlava delle nuove regole per le oliere che si trovano in bar, ristoranti e pizzerie e da domani entreranno finalmente in vigore. Secondo quanto previsto dall’articolo 18 della legge comunitaria che la Camera ha approvato, le oliere presenti negli esercizi pubblici dovranno essere infatti dotate del tappo antirabbocco, ossia non sarà più possibile miscelare oli di provenienza diversa e sulla bottiglietta dovrà essere indicata chiaramente l’origine dell’olio servito al cliente.

Chi non si adeguerà alla nuova normativa rischia multe salatissime: queste potranno arrivare fino alla cifra di ottomila euro ed è inoltre prevista anche la confisca del prodotto.

Grande soddisfazione hanno espresso il presidente di Unaprol (Unione Nazionale tra le Associazioni di produttori di olive ) David Granieri e la Coldiretti. Le nuove regole garantirebbero ai consumatori un prodotto più trasparente, grazie alla tracciabilità del vero olio extra vergine di oliva prodotto in Italia. Coldiretti ha poi sottolineato come queste nuove regole entrino in vigore in un momento piuttosto delicato per tutto il settore,  poiché le stime della produzione annuale parlerebbero di un ribasso di circa il 35 per cento.

A causa del calo della produzione, il mercato italiano rischierebbe di essere invaso da olio proveniente da Paesi terzi, soprattutto africani e mediorientali. Proprio per questo le nuove regole sono state accolte con grande favore: si presenterebbero infatti come un valido aiuto per tutelare la produzione nostrana dell’olio extra vergine di oliva.

(photo credit: olivomatto.it)