Per contrastare l’abbandono delle montagne, in Friuli è nata l’iniziativa “Adotta una pecora” che sta riscuotendo ampi consensi grazie alla collaborazione proficua tra il Circolo Legambiente di Udine e l’azienda agricola di un allevatore di Castelmonte di Prepotto. In cosa consiste? Semplice, nell’adottare a distanza una pecora dal valore di 115 euro ciascuna affidandola ad un pastore che dovrà condurla al pascolo. In cambio, all’allevatore adottivo dovranno essere donati, per tre anni consecutivi, circa 3 kg di formaggio. Di contro, il gregge dovrà contribuire a curare i prati in abbandono.

Adotta una pecora, più di 170 adesioni

“Se non puoi occuparti dell’ambiente, affida il compito ad una pecora che starà sui prati e lavorerà per mantenere l’equilibrio ecologico col suo semplice pascolare” si legge sul documento di presentazione dell’iniziativa “Adotta una pecora”. “Abbiamo ricevuto più di 170 adesioni e ci hanno contattato da tutta Italia e persino dalla Francia. In questo modo vogliamo cercare di ripristinare l’economia nelle zone svantaggiate della montagna e nei paesi svuotati dalle vallate” ha dichiarato Marino Visintini, presidente del Circolo Legambiente di Udine, a Tgcom24.

Adotta una pecora, temporaneamente sospesa

Per dovere di cronaca, è giusto sottolineare che l’iniziativa è stata temporaneamente sospesa per le difficoltà riscontrate nella produzione del formaggio.