E’ l’ultima novità che viene dagli Stati Uniti e che viene riportata puntualmente dal “Corriere della Sera”. Si tratta della nuova tariffa “basic” che costerà metà dell’Economy e che comporterà meno servizi per gli utenti. E’ la tariffa – senza dubbio – più conveniente, la più adatta per chi vuole spendere pochissimo che, però, ha i suoi “contro”. Ad adottarla, negli USA, sono stati la Delta Air Lines, la United e pochi giorni fa anche la American Airlines: verrà sperimentata, inizialmente, solo per i voli all’interno degli Usa, poi anche per quelli internazionali così da garantire gli spostamenti aerei anche ai meno abbienti, a coloro che non possono spendere cifre esorbitanti. Una vera e propria rivoluzione nel modo di viaggiare.

Aerei, ecco cosa cambia con la tariffa “basic”

Con la tariffa “basic”, però, imbacherai per ultimo, non potrai usufruire della cappelliera per il bagaglio a mano e, dunque, sarai costretto a portarti dietro un piccolissimo zaino da mettere sotto al sedile. Addio al bagaglio da imbarcare, addio al bagaglio a mano.

Aerei, addio al bagaglio a mano

Insomma un viaggio scomodo ma economico. Inoltre non potrai scegliere il posto in cui sederti, rischierai di finire in quello centrale, non avrai né cibo né bevande incluse a bordo, non ci saranno né rimborsi né modifiche al biglietto.