Tragedia a Cuba dove alle 19.08 (ora italiana) un aereo è caduto in un campo di Puerto Boyeros, a poca distanza dall’Aeroporto José Martì, poco dopo il decollo dall’Avana. La direzione era Holguin, nell’est dell’isola. A borso del velivolo c’erano oltre 100 passeggeri, tutti morti tranne tre donne che sono sopravvissute all’incidente. Un altro ferito, invece, è morto dopo essere stato trasportato in ospedale. Sono tutti di nazionalità cubana, solo cinque sarebbero stranieri secondo un quotidiano locale.

I soccorsi sarebbero arrivati subito mentre le fiamme sarebbero state domate nel giro di poche ore anche grazie alla pioggia. Intanto sul luogo dell’incidente è arrivato il presidente Miguel Diaz-Canel decretando un “giorno di lutto per il Paese”. È stata annunciata la creazione di una commissione speciale che ha aperto “un’inchiesta sui fatti”. Stando alle prime informazioni trapelate, non ancora confermate, poco dopo il suo decollo, il Boeing avrebbe effettuato una brusca virata verso il primo terminale dell’aeroporto: a riferirlo sono gli abitanti del luogo ai media locali che in queste ore stanno raccontando quanto accaduto a Cuba.

Altri testimoni sostengono che il velivolo potrebbe aver urtato i fili dell’alta tensione e così si è schiantato. Le notizie sono ancora frammentarie: il bilancio è purtroppo di oltre 100 morti e solo 3 sopravvissuti.