Una bambina di tre anni, originaria di Campobello di Licata, in provincia di Agrigento, è stata travolta ed uccisa dal televisore di casa che le sarebbe arrivato addosso. Stando alle prime indiscrezioni, la piccola stava giocando in soggiorno con alcuni cassetti del mobile quando all’improvviso il televisore è caduto, colpendola alla testa e dunque uccidendola quasi sul colpo. Una fine atroce per la bimba che è stata trasportata, d’urgenza, all’ospedale “Barone Lombardo” di Canicattì dove sarebbe arrivata già morta. I medici del nosocomio ne hanno constatato il decesso e non sono potuti intervenire per salvarle, in extremis, la vita.

Agrigento, bimba stava giocando in soggiorno

I medici dell’ospedale “Barone Lombardo” di Canicattì hanno immediatamente avvertiti i carabinieri che, giunti nel nosocomio ad Agrigento, hanno ascoltato la madre per ricostruire meglio la dinamica dei fatti.

Agrigento, ascoltata la madre

Ad occuparsi delle indagini saranno sia la stazione di Campobello di Licata che quella dell’Arma di Licata. Bisognerà far luce su uno spiacevole episodio, su un incidente domestico, che ha causato la morte di una bimba di tre anni che stava semplicemente giocando nella sua casa. Una caduta, quella del televisore, che è stata fatale: non è servita nemmeno la corsa all’ospedale più vicino.